Ritorniamo sul caro bollette

Spi e Federconsumatori realizzano un opuscolo per aiutare i pensionati ad attenuare l’impatto degli aumenti

Il rincaro delle bollette rischia di mettere in ginocchio sei anziani veneti su dieci, quelli che portano a casa pensioni inferiori ai 1.000 euro lordi al mese, che corrispondono a circa 700 euro netti. La crescita del prezzo della luce e del gas si tradurrà in un aumento pesante in fattura. Proprio in considerazione di questo trend inflazionistico, il sindacato dei pensionati (Spi) regionale, in collaborazione con la Federconsumatori, ha realizzato un opuscolo ad hoc, pensato soprattutto per aiutare gli anziani a risparmiare sui consumi e quindi sulla bolletta. Il vademecum – stampato in 6 mila copie – sarà distribuito nelle sedi del sindacato presenti in tutto il Veneto. L’opuscolo è diviso sostanzialmente in quattro parti. Una è riservata alla lettura della bolletta e delle sue principali voci. La seconda si concentra sul bonus energia e sui requisiti per beneficiarne. La terza è dedicata a una lunga serie di accorgimenti da adottare per ridurre, e anche di molto, l’importo in fattura. Nell’ultima sezione il sindacato e l’associazione dei consumatori elencano una serie di consigli per scongiurare le tante truffe perpetrate nel mondo delle forniture energetiche nei confronti soprattutto di persone anziane, preferibilmente sole.

   vedi l’intervento a TV7 Triveneta di Chiara Bonato su questo tema

Facebook
Twitter
WhatsApp