Ancora mail phishing da Inps e Poste italiane

Ci viene segnalato da Federconsumatori che continuano ad arrivare mail truffaldine dall’INPS e Poste Italiane. E’ una particolare tipologia di truffa realizzata sulla rete Internet, si concretizza principalmente attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli. Solitamente nel messaggio, per rassicurare falsamente l’utente, è indicato un collegamento (link) che rimanda solo apparentemente al sito web del servizio a cui si è registrati.  In realtà il sito a cui ci si collega è  stato abilmente allestito identico a quello originale. Qualora l’utente inserisca i propri dati riservati, questi saranno nella disponibilità dei criminali. Quindi non aprite i file allegati alle e-mail sospette poiché contengono un virus che si installa nel computer eliminando dati o sottraendo informazioni riservate.
Si ricorda, al riguardo, che le informazioni sulla propria posizione sono consultabili accedendo direttamente al sito  e che, per motivi di sicurezza, gli enti non inviano mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili. L’invito è sempre il medesimo, diffidare da tutte le richieste sospette avanzate online di dati personali e coordinate bancarie. Si tratta in moltissimi casi di phishing che sfruttano il nome degli Enti, cioè nient’altro che truffe.

vediamo ora due esempi

Poste italiane

Inps

Facebook
Twitter
WhatsApp