Amministratore di sostegno

Il Sindacato Pensionati della CGIL di Dueville, pur nei limiti che sono stati imposti dalla pandemia, è rimasta in campo e ha continuato, fra mille difficoltà, a svolgere il proprio ruolo.
Con il lavoro dei nostri volontari, ai quali siamo infinitamente grati, siamo riusciti a mantenere la nostra presenza nel territorio.
Per noi infatti l’ascolto e la tutela individuale si accompagna e completa la rappresentanza e la difesa collettiva dei diritti dei pensionati e degli anziani.
Nel corso del 2020-2021 tra i bisogni che maggiormente sono stati sentiti dai nostri iscritti vi è la figura dell’Amministratore di Sostegno.
Senza dubbio l’età avanzata rappresenta statisticamente, una causa non rara di diminuzione di quelle che sono le funzioni della vita quotidiana (gestorie e cognitive) con riduzione talora accentuata dell’indipendenza complessiva, condizione quindi per ricorrere ad un istituto di tutela giuridica della persona quale l’Amministratore di Sostegno.
Ricordiamo che i destinatari dell’amministrazione di sostegno sono le persone che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.
Le previsioni dell’ISTAT della popolazione anziana in Veneto (anni 2007-2050) prevedono che nel 2050 gli over 65 saranno il 31% e gli over 80 il 13%.
L’allungamento della vita media se per un verso implica un aumento della popolazione anziana, dall’altro verso le condizioni di salute degli anziani sono peggiorate, in quanto assistiamo ad un degrado della sanità pubblica e ad una carenza dei servizi sociali.
La conseguenza è che sempre più anziani presenteranno patologie tali da comprometterne l’autosufficienza nelle attività quotidiane.
Ciò comporterà una sempre maggiore richiesta di ricorso all’Amministratore di Sostegno da parte degli enti pubblici e privati (es. Ospedale, INPS, Comune, CAAF, Banche, Poste, ecc.).
In particolare le Case di Riposo, al momento dell’ingresso della persona, chiedono ai parenti di attivare la figura dell’Amministratore di Sostegno, da un lato per far fronte al consenso informato ai trattamenti sanitari, a meno che la persona interessata non abbia predisposto le Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.), nelle quali può nominare una persona di fiducia (fiduciario) che può prendere le
decisioni in ambito sanitario, e non solo, nel caso in cui il predisponente non sia più in grado di esprimere la propria volontà e, dall’altro lato per impegnare i parenti a garantire il pagamento della retta.
Raccomandiamo vivamente agli iscritti di affidarsi allo SPI.CGIL di Dueville per avere informazioni, consulenza, e aiuto nella compilazione della modulistica riguardo all’amministratore di sostegno, invece di rivolgersi a professionisti o ad associazioni le quali chiedono compensi piuttosto onerosi, mentre ricordiamo che per gli iscritti il servizio è gratuito.
Da ultimo ricordiamo che, a seguito del XIX Congresso della CGIL, gli organismi statutari della Lega di Dueville decadranno e si procederà alla nomina della nuova Segreteria.
Con l’occasione auguriamo alla nuova Segreteria un proficuo lavoro e che la Lega di Dueville, attraverso l’impegno dei propri volontari, in un periodo storico in cui l’intero Paese si trova ad affrontare una crisi economica e sociale senza precedenti, continui ad essere, come d’altronde lo è sempre
stata, sempre più vicina alle persone, e sappia così intercettare la domanda economica e sociale dei pensionati, spesso soli, con scarse disponibilità economiche e senza aiuto, traducendola in un’offerta di servizi.

Sindacato Pensionati CGIL di Dueville

via Corvo n° 4 cell. 3420600596

Facebook
Twitter
WhatsApp